Menatti loader
  • it
In Val Zebrù si possono ammirare bellezze animali e vegetali, oltre a rare specie floristiche

In Val Zebrù con Cotto “Alpina” Menatti

Venerdì 06 Settembre 2019

Una delle valli più importanti del Parco Nazionale dello Stelvio in Valtellina

46
0

Inserita nel Parco Nazionale dello Stelvio, la Val Zebrù vanta un patrimonio faunistico di non comune ricchezza. Tra le sue bellezze animali e vegetali, anche l’aspetto geologico non è da meno: si tratta infatti di una delle valli più importanti del Parco Nazionale dello Stelvio, a pochi chilometri da Bormio in Alta Valtellina. La sua particolare morfologia, che determina la spiccata differenza tra i due versanti, e la popolarità di specie floristiche ne fanno una meta irrinunciabile per turisti e appassionati di natura imponente e selvaggia. 

 

Durata: 6 ore

Dislivello: 760 m

Difficoltà: E 

 

Iniziamo l’avventura partendo dalla frazione di Niblogo, in località Madonna dei Monti, raggiungibile in auto da Bormio in direzione Santa Caterina Valfurva. Da qui imbocchiamo la strada carrabile S529 e raggiungiamo il ponte di Peceneccia. Giriamo subito a sinistra e ci addentriamo nella bella Val Zebrù, costeggiando il torrente. 

Il percorso è per lo più agevole e alla portata di tutti, bambini compresi. Nella prima parte, in particolare, procediamo immersi in boschi intervallati da profondi valloni e terrazzi verdi, dove si trovano anche delle tipiche baite in legno di montagna

Raggiunte le Baite di Campo, ad una quota di circa 1948 m continuiamo la salita tenendo la destra lungo un ripido sentiero a tornanti fino alla deviazione per il bivacco Costantini. Da questo punto proseguiamo sul sentiero pianeggiante S526 fino alle Baite di Cavallaro. Poco dopo imbocchiamo il sentiero 527, abbastanza ripido, che prosegue a tornanti e ci riporta sulla strada carrabile nei pressi del Ristoro Zebrù

 

Pausa relax e gusto con Prosciutto “Alpina” Menatti e tonno 

 

Per la nostra pausa in montagna scegliamo un gustoso panino da mettere nello zaino prima di partire.

Prendiamo un panino tipo baguette, versiamo il tonno nel frullatore e, se desideriamo un gusto più dolce e intenso, aggiungiamo alcune cipolline. Frulliamo bene il tutto ed aggiungiamo poca maionese, utile a creare una salsa cremosa e vellutata.

Successivamente tagliamo in due la baguette e spalmiamo sulla metà la crema di tonno. Infine adagiamo sopra le fette di Prosciutto Cotto “Alpina” Menatti e le foglie fresche di lattuga. Da leccarsi i baffi, provare per credere!

Condividi
Ti potrebbe interessare anche:

Dal Rifugio ai Laghi Palabione con Speck Menatti

Venerdì 20 Settembre 2019
Ad una quota di circa 1920 m, nel bellissimo Parco Regionale delle Orobie Valtellinesi c’è un luogo di grande interesse paesaggistico e faunist...
Leggi di più

Al Lago della Casera con Coppa Menatti

Venerdì 13 Settembre 2019
Il Lago della Casera è uno dei più caratteristici laghetti alpini situati nel versante montuoso orobico valtellinese, appena sopra la località ...
Leggi di più

Giro del Lago di Gera con Salame Menatti

Venerdì 30 Agosto 2019
  Il bacino artificiale di Gera situato in Valmalenco rappresenta un’escursione di grande interesse panoramico nel cuore della Valtellina, a...
Leggi di più
Nessun commento
Lascia un commento
Tutti i campi sono obbligatori